> Blog > CANALI > News

Abbattere l'Iva sui preservativi. Riaperto il dibattito in Senato

AIDS e prevenzione. Il Senato ci riprova. Questa volta a parlare di sesso sicuro a Palazzo Madama è la senatrice Donella Mattesini che ha proposto di ridurre il costo dei preservativi abbattendone l'iva. Secondo Mattesini è indispensabile avviare una corretta campagna di informazione sulla modalità di diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili, perché "di Aids si continua a morire", dice. 

Nella nostra società, in tema di HIV, c’è stato un mutamento significativo sulle categorie a rischio di contagio. In passato si pensava che la trasmissione del virus dell’AIDS avvenisse soprattutto tra omosessuali e tossicodipendenti. Ma le ultime statistiche evidenziano un prospetto allarmante ben diverso: le categorie più colpite sono cambiate, infatti sembra che negli anni che vanno dal 1984 al 2016 la diffusione dell’AIDS tra i tossicodipendenti sia diminuita dal 76 per cento al 4 per cento. Le nuove diagnosi dicono che nell'84% dei casi la motivazione di contagio è l'aver avuto rapporti sessuali non protetti, sia omosessuali che eterosessuali. Ma a guardare i numeri, sicuramente possiamo dire che la categoria gay ha capito che bisogna stare ben attenti. 

Allarmante è il coinvolgimento della fascia adolescenziale, attualmente la maggiore ad essere colpita. Sono i giovani alle prime esperienze che spesso considerano il profilattico motivo di imbarazzo. Molti teenager non vogliono usarlo e ignorano completamente il profilattico come unico mezzo di prevenzione e difesa contro tutte le malattie sessualmente trasmissibili, sicuro al 99% e non invasivo.

Come afferma la senatrice Mattesini “è importante riportare al centro dell’azione politica temi così delicati, riattivando tutti i canali d’informazione utili per la prevenzione che resta l’unica arma valida per sconfiggere questa malattia”. Fondamentale è anche focalizzare l’attenzione sul costo dei preservativi: “Sappiamo che gran parte dei ragazzi e delle ragazze non usano il preservativo perché legano questa loro difficoltà anche alla reperibilità dei profilattici e al loro costo elevato. Dovremmo ragionare allora sull’abbattimento dei costi a partire dall’IVA”.

Non tutti sanno che i preservativi danno diritto alla detrazione fiscale del 19%. Su Comodo.it è sufficiente inserire il codice fiscale e l'indirizzo di residenza nell'ordine per richiedere e ricevere la fattura all'interno del pacco (Per approfondire clicca qui).

Per agevolare l'acquisto dei preservativi, Comodo.it mette a disposizione dei suoi utenti una vasta gamma di prodotti in continuo aggiornamento e propone ogni mese offerte speciali, sconti e promozioni. Esistono profilattici di altissima qualità anche in confezioni da 100 e da 144 pezzi, che fanno risparmiare qualche euro in più. 

Il preservativo è l'unica vera alternativa che ci permette di fare l'amore in totale sicurezza. Basta provarli per capire qual è quello fatto per noi. E questo vale per uomini e donne di tutte le età.

Fonte: Senatoripd.it