Lubrificanti intimi: tipologie

Esistono varie tipologie di lubrificanti/gel in commercio, ognuno di questi prodotti varia per tipologia, uso, aroma e soprattutto per composizione. Di seguito abbiamo inserito una breve descrizione per quanto riguarda i lubrificanti a base acquosa, base siliconica e a base oleosa.

I lubrificanti a base acquosa sono quelli con meno controindicazioni, ma hanno la tendenza a evaporare durante l’uso. Essendo idrosolubili si dissolvono a contatto con l’acqua, sono inoltre incompatibili con attività sessuali che si svolgono in acqua. Ma nonostante tutto possono essere utilizzati durante tutti i tipi di rapporti sia da lui che da lei.

Compatibili con il preservativo possono essere applicati sia sullo stesso che direttamente sui genitali. Favoriscono la penetrazione e aumentano l’eccitazione!

Sono i lubrificanti di ultima generazione. Nell’aspetto non sembrano differire da quelli a base acquosa, ma hanno una durata superiore perché garantiscono meno attrito e seccano più lentamente. Non necessitano di ulteriori applicazioni, ne basta una quantità minore rispetto agli altri tipi.

La loro caratteristica li rende perfetti per i rapporti anali rendendo l’inizio del rapporto più facile e indolore.

Dato che sciolgono il silicone, non si possono utilizzare con la maggior parte dei dildo di qualità, realizzati proprio con questo materiale. Nessuna controindicazione, invece, riguardo al lattice dei preservativi e possano essere applicati direttamente sul condom o sui genitali.

A base oleosa:

I lubrificanti a base oleosa sono generalmente gelatine ricavate dal petrolio. La loro composizione fa sì che non reagiscano a contatto con i fluidi corporei e non evaporino durante l’uso.

Durano quindi più a lungo dei lubrificanti a base acquosa, ma hanno un minor effetto lubrificante. Purtroppo questi lubrificanti hanno degli inconvenienti:

Il principale inconveniente di questi prodotti sta però nel fatto che sciolgono il lattice. Va da sé che non possono essere usati con i comuni preservativi, perché ne riducono notevolmente l’efficacia (anche del 90%) sia come contraccettivi sia come protezione dalle malattie a trasmissione sessuale. Sono invece compatibili con i condom in poliuretano o in poliisoprene.

Leggi:  Preservativi: attenti a cosa acquistate!!

Nella categoria vanno incluse sostanze quali vaselina, latte idratante e altre creme cosmetiche. Ma pure alcuni alimenti grassi (burro e olio da cucina), che qualcuno utilizza al fine di lubrificare le parti intime durante i rapporti sessuali.

Il problema per il consumatore è quello di individuare i gel compatibili con i profilattici in farmacia, al supermercato e nei sexy shop. A tal proposito si consiglia di privilegiare i prodotti recanti le diciture “idrosolubile”, “solubile in acqua” o “gel a base di acqua”.

 

Segnala a un amico
Visita il nostro Forum
Scrivi a posta@comodo.it @

Post dalla categoria