I tuoi acquisti: Spese di spedizione: € 5.50 | Consegna 24/48 ore | Pacchi anonimi .

57 utenti online, 135 tipi di preservativi, 2706 pagine informative sul preservativo

Cerca

Allergia al lattice

Un fenomeno in crescita

Di recente è aumentato l'interesse nei confronti dell'allergia al lattice, fenomeno in aumento per via della sempre maggiore esposizione al contatto con tale materiale.

Studi accurati hanno rilevato una prevalenza della positività ai test allergologici pari al 3,5% circa nella popolazione generale, al 3,7% tra i soggetti non atopici e non esposti al contatto, al 14% tra i donatori di sangue, al 26% tra gli asmatici. I soggetti a rischio rientrano in diverse categorie: personale sanitario (medici, paramedici, odontoiatri), addetti alla manifattura della gomma, bambini affetti da spina bifida e portatori di anomalie del tratto urogenitale, pazienti con precedenti in fatto di allergie (soprattutto asma bronchiale) o che abbiano subito ripetuti interventi chirurgici o con documentata allergia alimentare alla frutta (soprattutto kiwi e banana).

Reazioni ed eventi scatenati

  • Reazione cutanea: è causata dal contatto tra la pelle e gli oggetti in lattice; nel caso dei rapporti sessuali protetti, il contatto nocivo è quello tra la pelle del pene e il preservativo.
  • Reazione mucosale: è causata dal contatto tra le mucose e gli oggetti in lattice; nel caso dei rapporti protetti, il contatto nocivo è quello tra vagina e preservativo per le donne, tra prepuzio e preservativo per gli uomini.
  • Reazione inalatoria: è causata dall'inalazione e dal conseguente ingresso nelle vie respiratorie della polvere presente sugli oggetti in lattice.
  • Reazione pareterale: è causata dal contatto tra il sangue e gli oggetti in lattice.

Sintomi

Le reazioni possono essere immediate o ritardate. Alcuni soggetti presentano congiuntivite, rinite, asma, difficoltà respiratorie e orticaria entro un'ora dal contatto con il lattice. Altri accusano dermatiti pruriginose, vescicolose o desquamative entro 24-72 ore.
La più comune forma di allergia è l'orticaria da contatto con prurito, davanti alla dermatite da contatto, all'asma e allo shock anafilattico. Quest'ultimo può essere rappresentato da un eczema che interessa esclusivamente la cute toccata dal lattice e che dipende da un'ipersensibilità agli additivi della gomma, diagnosticabile con il patch test. Ma può manifestarsi pure come orticaria da contatto causata da particolari anticorpi (reagine o IgE), che reagiscono nei confronti di alcune sostanze proteiche presenti negli oggetti in lattice.

Diagnosi

Per la diagnosi di allergia al lattice sono indispensabili l'accurata conoscenza delle condizioni di salute del paziente e un esame clinico effettuato dall'allergologo. Questi richiederà una serie di indagini volte a dimostrare l'esistenza del problema. Tali indagini sono particolarmente importanti nei casi di allergia correlata all'esposizione professionale e consistono in un esame del sangue, in un test cutaneo e in un test di provocazione.

Visita il nostro catalogo : Preservativi senza lattice





I vostri commenti (3 Commenti)

  • Scritto da: andrea
    Data: 7 Luglio 2011 alle 13:52

    quando si indossa il preserativo e si sente i sintomi di prurito leggero che si fa ?

  • Scritto da: antonio
    Data: 29 Novembre 2012 alle 21:25

    salve,
    ho una domanda da porre.
    Ho indossato un preservativo della Durex il Love e ha avuto uno stano effetto in quanto mi si è addormentato e sn praticamente diventato impotente per il resto della serata...
    Cosa può essere? Che rimedi posso attuare dato che la mia ragazza non vuole prendere la pillola?
    in attesa di una sua risposta
    cordiali saluti

  • Scritto da: admin
    Data: 30 Novembre 2012 alle 09:33

    Ciao Antonio,
    sicuro fosse il Durex Love e non il Performa? Solitamente l'allergia ha altre conseguenze...

Lascia un commento