Apparato genitale maschile

Tutto sull'apparato genitale maschile

Malgrado alcuni aspetti comuni, le differenze tra organi genitali maschili e femminili sono notevoli.

Di seguito troverete una descrizione dell’apparato genitale maschile, con i collegamenti agli approfondimenti sul loro funzionamento e un cenno alla loro utilità in ambito sessuale.

Il miglior modo per conoscere il proprio corpo è osservarlo direttamente. La maggior parte degli uomini pensa di conoscere il proprio apparato genitale, ma spesso non è così.

Il pene: dimensioni, misure e forme

Quando si parla di Apparato genitale maschile si pensa subito al pene: organo importante per virilità maschile. Il pene è composto da un tessuto erettile spugnoso, che si riempie di sangue quando l’uomo è eccitato, provocando l’erezione. I peni possono avere differenti misure, ma le loro dimensioni non hanno niente a che vedere con il funzionamento. Ci sono varie parti del pene, ciascuna delle quali ha un certo effetto sul rapporto sessuale, sul piacere e sulla sensibilità. Approfondisci l’anatomia del pene.

Scroto e testicoli

Lo scroto è la sacca di pelle che contiene i due testicoli. La sua funzione primaria è quella di proteggere i testicoli stessi, che sono molto sensibili e devono mantenere una temperatura idonea per conservare la propria funzionalità.

Essi provvedono alla produzione degli spermatozoi e degli ormoni, tra i quali il più importante è il testosterone.
Approfondisci l’anatomia sessuale dello scroto e dei testicoli

Da toccare e massaggiare sempre con cura!

Prostata

Ebbene sì anche la prostata fa parte dell’apparato genitale maschile, non è una parte da considerare separatamente: la ghiandola prostatica ha le dimensioni di una castagna ed è posizionata vicino alla radice del pene (la zona all’interno del corpo dove ha origine il pene), appena sotto la vescica. La ghiandola prostatica produce parte del liquido eiaculatorio, chiamato anche liquido seminale.

Perineo o punto L

Il perineo è l’area tra lo scroto e l’ano. Durante l’atto sessuale il perineo può diventare sensibile e, se stimolato, può essere un’altra zona di piacere sessuale. Il massaggio del perineo può anche provocare indirettamente la stimolazione della prostata e della radice del pene. Questo è definito anche punto L.

Muscolo PC

Il muscolo PC (muscolo pubococcigeo) è costituito da un’imbracatura di muscoli che sostengono il pavimento pelvico e che circondano gli organi genitali interni.

Questi muscoli sono coinvolti nella minzione (quando arrestate volontariamente il flusso dell’urina, state utilizzando i muscoli del PC), ma anche nell’orgasmo e molte donne sostengono che, esercitandoli regolarmente per rinforzarli, cambiano le loro sensazioni durante l’atto sessuale. I relativi esercizi sono denominati esercizi Kegel. Ano

L’ano non è, in senso stretto, un organo dell’apparato genitale, ma è comunque una potenziale zona di piacere e va quindi considerato una componente dell’anatomia sessuale. L’apertura anale o ano conduce al retto, che è circondato dal muscolo dello sfintere anale.
L’ano ha numerose terminazioni nervose e la stimolazione esterna, anche molto leggera, può risultare molto piacevole.

I batteri che vivono nell’ano possono causare problemi se trasferiti nella vagina, nella bocca o negli occhi; toccare l’ano, sia esternamente che internamente, è quindi un’operazione che richiede particolare cautela.

L’apparato genitale maschile: perché è importante conoscerlo

Conoscere l’apparato genitale maschile, la sua conformazione e il suo funzionamento è importante, è l’unico mezzo per proteggersi dalle malattie ma anche per godere al massimo del sesso di coppia.

Sapere quali sono le zone erogene principali e come toccarle, saper riconoscere eventuali infezioni o problemi, crescere con consapevolezza.

Segnala a un amico
Visita il nostro Forum
Scrivi a posta@comodo.it @

Post dalla categoria